Antonino:“Io non vendo aspirapolveri, vendo Pulito”

– Eroi del Pulito – Storie di veri eroi del quotidiano

Condividi
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares

“Da bambino giocavo a nascondino con i bidoni degli aspiratori industriali, poi ho iniziato ad appassionarmi a queste macchine per la pulizia e oggi ho trasformato un gioco in lavoro!” Così Antonino Daniele Siclari, 29enne ragazzo di Torino, ci racconta la sua esperienza di lavoro e di vita da eroe del pulito. L’abbiamo raggiunto per farci raccontare la sua esperienza.

Ciao Antonino, raccontaci il tuo lavoro, in cosa consiste e perché lo hai scelto?

Nasco giocando dentro i bidoni degli aspiratori industriali, poi ho iniziato a montarli, poi ho iniziato a perfezionare la loro costruzione, fino a farla mia, ad appassionarmi alle macchine per la pulizia industriale. Oggi formo una rete vendita dove trasmetto la mia passione alla mia forza lavoro con l’obiettivo non di vendere una macchina ma ad aiutare altre persone a vivere in un ambiente pulito e ordinato… io non vendo una macchina, io vendo Pulito.

Il mio lavoro inizia alle 7 del mattino, supervisionando i furgoni che partono dall’azienda. È importante che tutte le mie macchine siano perfette per la consegna. Il mio lavoro finisce alle 20 circa quando chiudo l’azienda. Prima di ogni vendita è nostro compito fare delle dimostrazioni con le macchine, per far vedere al cliente quanto può risparmiare in tempo, denaro e fatica, investendo in una macchina di tipo industriale.

Avete mai provato ad aspirare una montagna di sabbia? Il mio lavoro è aiutare ed eliminare la fatica a chi deve aspirare lo sporco. E non basta conoscere il funzionamento di una macchina per saper fare una dimostrazione, la macchina deve essere amata, io la mia macchina la pulisco personalmente dopo ogni dimostrazione!

Non ho scelto il mio lavoro, è il mio lavoro ha scelto me… prima di entrare in azienda ho fatto diversi lavori, ma credetemi… individuare un problema, svegliarsi la notte perché trovi la soluzione, proporla al cliente, dimostrare che le tua soluzione è la migliore e ricevere l’ordine di acquisto è per me un motivo di orgoglio, orgoglio che si trasforma in passione, quella stessa passione che mi fa crescere ogni giorno.

Quali sono i tratti caratteristici per riuscire al meglio nel tuo lavoro?

Passione, amore, voglia e obiettivo.

Quali sono le potenzialità riscontrate dal tuo lavoro?

La potenzialità del mio lavoro è sicuramente il mondo che ci circonda, mi e ci consideriamo dei disoccupati che invece di consegnare curriculum vitae, ogni giorno abbiamo il compito di distribuire Pulito al mondo dell’industria.

Quali sono le problematiche riscontrate dal tuo lavoro?

L’unico problema che vedo è che non trovo problemi, diciamo che in matematica non sono mai stato bravo quindi dai problemi cerco di non avvicinarmi.

Il tuo prossimo obiettivo da Eroe del Pulito?

Ho appena acquistato un immobile di 1000 metri quadrati, entro, prendere una sedia, e inizio ad immaginare come riempirlo.

Un consiglio alla comunità degli Eroi del Pulito

Non risparmiate denaro, puntate sulla qualità, puntate sulla forza lavoro.

Il tuo motto?

Se vuoi che una cosa sia fatta bene, falla tu stesso.